CERCA NEL PORTALE

Il vocabolario fiscale alla lettera A

Il vocabolario fiscale alla lettera A

  1. Accertamento integrativoNei casi di "sopravvenuta conoscenza di nuovi elementi", l'ufficio può, fino alla scadenza del termine di decadenza, integrare o modificare in aumento un accertamento già notificato al contribuente. Il nuovo accertamento è detto, appunto, "integrativo".
  2. Accertamento parzialeÈ la rettifica effettuata dall'ufficio (e che consente di effettuare anche altri accertamenti successivamente) quando, a seguito di accessi, ispezioni, verifiche, nonchè dalle segnalazioni effettuate dalla stessa agenzia delle Entrate o da altre Agenzie fiscali, dalla Guardia di finanza o da Pubbliche Amministrazioni ed enti pubblici, oppure dai dati in possesso dell'Anagrafe tributaria, risultino elementi che consentono di stabilire l'esistenza di un reddito non dichiarato o dichiarato solo parzialmente, o l'esistenza di deduzioni, esenzioni e agevolazioni in tutto o in parte non spettanti, nonchè l'esistenza di imposte o di maggiori imposte non versate.
  3. Accertamento sinteticoÈ la metodologia di accertamento utilizzata per rideterminare il reddito partendo dalle spese sostenute dal contribuente (persona fisica). In pratica, presupposto di questa modalità di accertamento è che una spesa è indice dell'esistenza di un reddito idoneo a sostenerla. Il calcolo del reddito corrispondente alla spesa sostenuta per i beni e i servizi "rilevanti" (aerei ed elicotteri da turismo, navi e imbarcazioni da diporto, vetture di lusso, cavalli da corsa eccetera) viene effettuato con dei coefficienti contenuti nel cosiddetto "redditometro".
  4. AccessoÈ il potere attribuito agli organi accertatori di entrare sia nei locali destinati all'esercizio di attività commerciali o agricole sia in quelli destinati all'esercizio di arti e professioni e di fermarvisi, anche senza o contro il consenso del contribuente, al fine di eseguire le operazioni autorizzate dal responsabile dell'ufficio competente. L'accesso è ammesso, a determinate condizioni, anche nelle abitazioni private. 
  5. AcciseSono imposte indirette che gravano su determinati prodotti energetici o di origine alcolica che, a seconda dei casi, possono essere dovute al momento della fabbricazione, della importazione oppure dell'immissione al consumo. L'accisa non si calcola sul valore ma sull'unità di misura (ad esempio, sulla benzina l'accisa sarà pari a x euro per litro).
  6. AccontoÈ l'importo che il contribuente è tenuto a versare come anticipo dell'imposta dovuta per l'anno in corso. Diversi tributi prevedono, a determinate condizioni, il pagamento dell'acconto. Fra i più comuni, le imposte sui redditi e l'Iva.
  7. AcquiescenzaE' il comportamento del contribuente che riceve un avviso di accertamento e, senza impugnarlo e senza ricorrere alla procedura dell'accertamento con adesione, provvede al pagamento di quanto dovuto (o della prima rata di quanto dovuto se il pagamento è rateale) entro 60 giorni. Con l'acquiescenza si ottiene la riduzione a 1/4 delle sanzioni irrogate dall'ufficio.
  8. Acquisti in sospensione di impostaFacoltà concessa agli esportatori abituali di acquistare beni e servizi senza addebito dell'Iva, nei limiti di un determinato importo (cosiddetto "plafond").
  9. Acquisti intracomunitari: In generale, sono tutti gli acquisti a titolo oneroso della proprietà di un bene (o di altro diritto reale di godimento sullo stesso), spedito o trasportato in Italia da un altro Stato Ue. E' necessario che acquirente e venditore siano soggetti passivi Iva, ognuno nel proprio Paese.
  10. AddizionaliSono quote d'imposta destinate agli enti locali che vanno ad aggiungersi a quelle "nazionali". Fra le più note, le addizionali, comunali e regionali, Irpef.
  11. Adempimento: È l'esecuzione di un obbligo posto a carico del contribuente (ad esempio, la presentazione della dichiarazione o il pagamento di un'imposta).
  12. Adesione al processo verbale di constatazione: In presenza di processi verbali di constatazione relativi a violazioni in materia di imposte sui redditi e di Iva che consentano l'emissione di accertamenti parziali, il contribuente può scegliere di "chiudere la vertenza" prima della notifica dell'avviso di accertamento, "aderendo" alle richieste dell'ufficio. Il vantaggio per il contribuente è la riduzione a 1/8 delle sanzione irrogate.
  13. Affrancamento: Il rendere non tassabile, gratuitamente o mediante il pagamento di un'imposta sostitutiva. Solitamente si parla di affrancamento delle riserve in sospensione d'imposta , dei saldi di rivalutazione eccetera.
  14. Agenti della riscossione: Società alle quali è affidato in concessione, in un determinato ambito territoriale, il servizio della riscossione, anche coattiva, dei tributi per conto dell'agenzia delle Entrate.
  15. Agenzie fiscali: Sono enti pubblici non economici nati dalla riorganizzazione del ministero delle Finanze. Le 4 agenzie fiscali (Entrate, Dogane, Territorio e Demanio) esercitano le funzioni precedentemente affidate ai dipartimenti del vecchio Ministero. Sono dotate di autonomia regolamentare, amministrativa, patrimoniale, organizzativa, contabile e finanziaria nell'ambito di una convenzione stipulata annualmente con il ministero dell'Economia e delle Finanze, il quale assegna gli indirizzi strategici e svolge un costante monitoraggio sulla loro attività.
  16. Agevolazione fiscale: È un trattamento preferenziale accordato in determinati casi e che si concretizza, generalmente, nell'applicazione di un'aliquota ridotta oppure nella concessione di crediti d'imposta, deduzioni dall'imponibile, detrazioni d'imposta, esenzioni.
  17. Aggio: È la somma che l'agente percepisce per la sua attività di riscossione delle imposte.
  18. Aggio (titoli e valute)Sta per sovrapprezzo. Nel mercato dei titoli viene utilizzato per evidenziare l'eccedenza del prezzo di emissione rispetto al valore nominale mentre in quello valutario indica il sovrapprezzo che viene versato per convertire le divise in banconote.
  19. Aiuti "de minimis"Sono aiuti economici (solitamente crediti d'imposta) di modesta entità che gli Stati membri dell'Ue possono erogare liberamente alle imprese senza attendere il rilascio della prescritta autorizzazione da parte della Commissione Europea. Dal 1° gennaio 2007 il regime "de minimis" prevede che le imprese possano ricevere a questo titolo aiuti fino a un massimo di 200mila euro nell'arco di tre anni.
  20. Aiuti di stato: Consistono nell'intervento di un'autorità pubblica (a livello nazionale, regionale o locale), effettuato tramite risorse pubbliche, per sostenere alcune imprese o attività produttive. Un'impresa che beneficia di un tale aiuto ne risulta avvantaggiata rispetto ai suoi concorrenti. E' per questo che il trattato istitutivo dell'Unione europea vieta come principio gli aiuti di Stato. Sono autorizzati, in deroga, quando risultino utili per la realizzazione di obiettivi di comune interesse per l'Unione europea in generale.
  21. Aliquota: È la percentuale da applicare alla base imponibile per determinare l'imposta. Può essere fissa (come, nel caso dell'Ires) ovvero progressiva, che cresce all'aumentare della base imponibile (ad esempio, l'Irpef).
  22. Aliquota marginale: Se la tassazione avviene con aliquota progressiva, è la più alta aliquota applicata (nell'Irpef, è l'aliquota applicata alla parte di reddito ricadente nell'ultimo scaglione).
  23. Aliquota mediaÈ pari al rapporto tra l'imposta totale e la base imponibile.
  24. Ammortamento: È il procedimento attraverso il quale si ripartisce il costo di un'immobilizzazione (materiale e immateriale) lungo gli esercizi della sua vita utile. La quota di ammortamento costituisce un componente negativo di reddito.
  25. Anagrafe tributaria: Centro di raccolta ed elaborazione dei dati di interesse fiscale riguardanti tutti i soggetti (persone fisiche, società, enti eccetera) ai quali è attribuito, a cura dell'agenzia delle Entrate, un codice identificativo (codice fiscale, partita Iva). L'At raccoglie, inoltre, elementi e notizie in ordine a movimenti economici fiscalmente rilevanti, che possono essere utilizzati, con controlli incrociati, da altre Pubbliche Amministrazioni.
  26. Apa: Acronimo di Advance Pricing Agreement. E' uno strumento tributario appositamente introdotto in alcuni ordinamenti per diminuire il grado di incertezza nei rapporti tra i diversi ordinamenti tributari e tra l'Amministrazione finanziaria e il contribuente, riducendo gli oneri di conformità a carico di quest'ultimo. Nell'ambito degli Apa si distinguono quelli unilaterali, che si concretizzano in un accordo tra il contribuente e l'Amministrazione fiscale del suo Stato di residenza che permettono, in via preventiva e per un prefissato periodo di tempo, di dirimere le controversie in merito alla determinazione dei prezzi di trasferimento delle operazioni transfrontaliere tra parti correlate.
  27. Arm's lenght principle: I prezzi e le condizioni che devono essere applicate di norma tra operatori che svolgono attività in regimi fiscali differenti. Questo principio, che tradotto letteralmente è detto della "lunghezza del braccio", trova applicazione nel commercio internazionale.
  28. Armonizzazione fiscale: Processo di integrazione dei sistemi fiscali degli Stati facenti parte dell'Unione europea basato sulla convergenza delle normative verso principi comuni.
  29. Asked price: Richiesta in termini di prezzo minimo di vendita o di offerta che l'operatore finanziario formula per vendere un determinato titolo. Tradotto dall'inglese significa prezzo richiesto.
  30. Asse ereditario: È l'insieme dei beni e dei diritti del defunto caduti in successione.
  31. Asseverazione: Attestazione che riguarda tutti i contribuenti per i quali si applicano gli studi di settore. Viene rilasciata, a richiesta del contribuente, dai responsabili dei Caf imprese nonché dai professionisti abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni, a seguito di un'attività di controllo tendente a verificare che i dati dichiarati siano conformi a quelli risultanti dalle scritture contabili, che i ricavi dichiarati siano congrui (e in caso contrario vanno indicate le cause che giustificano lo scostamento da quelli determinabili con il software GE.RI.CO.), che determinati indicatori economici siano coerenti (o le cause che giustificano un'incoerenza) rispetto agli indici individuati dagli studi di settore.
  32. Assistenza tecnica: È quella prestata da un difensore abilitato (tra gli altri, avvocati, dottori commercialisti, esperti contabili, consulenti del lavoro) nell'ambito del processo tributario. L'assistenza tecnica è facoltativa quando la controversia è di valore non superiore a 2.582,28 euro, obbligatoria in caso contrario. Ai non abbienti è assicurata l'assistenza gratuita.
  33. Attaché Fiscal: Organo presso l'Ambasciata di Francia in Italia cui è affidato l'incarico di risolvere le eventuali difficoltà relative alla applicazione delle Convenzioni fiscali stipulate tra i due Paesi.
  34. Attività (chiusura di): Dichiarazione che deve essere presentata in caso di cessazione dell'attività entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle operazioni relative alla liquidazione dell'azienda.
  35. Attività (codice): Codice identificativo utilizzato per classificare, in maniera standardizzata a livello europeo, le attività economiche (ad esempio, il codice per l'attività di produzione di succhi di frutta e ortaggi è 10.32.00).
  36. Attività (comunicazione di inizio): dichiarazione che va presentata, anche in via telematica, all'agenzia delle Entrate entro 30 giorni dall'inizio di una qualunque attività economica o dalla costituzione della società. L'ufficio attribuisce così il numero di partita Iva che resta invariato fino al momento della cessazione dell'attività, anche in caso di mutamento del domicilio fiscale del contribuente.
  37. Attività (variazione di): Dichiarazione che deve essere presentata entro 30 giorni, con le stesse modalità previste in caso di inizio dell'attività, all'agenzia delle Entrate, in caso di variazione di uno degli elementi indicati nella dichiarazione di inizio attività.
  38. Attività agricole: Ai fini delle imposte sui redditi sono considerate tali: le attività dirette alla coltivazione del terreno e alla silvicoltura, l'allevamento di animali con mangimi ottenibili per almeno un quarto dal terreno e le attività dirette alla produzione di vegetali tramite l'utilizzo di strutture fisse o mobili, anche provvisorie, se la superficie adibita alla produzione non eccede il doppio di quella del terreno su cui la produzione insiste e le "attività connesse", cioè la manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione, ancorché non svolte sul terreno, di prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dall'allevamento di animali, con riferimento a beni individuati, ogni due anni, con apposito decreto ministeriale.
  39. Attività intramuraria: (intramoenia) E' così definita l'attività professionale libera esercitata da determinati soggetti all'interno di determinate strutture. La più nota è quella esercitata da medici chirurghi, odontoiatri, veterinari e altri dipendenti del Ssn che ricoprono l'incarico di dirigenti del ruolo sanitario (biologi, farmacisti, fisici, chimici e psicologi), all'interno della struttura ospedaliera e al di fuori del loro orario di servizio (l'attività esercitata dagli stessi soggetti al di fuori della struttura è detta "extramuraria").
  40. Attività marginaliRegime agevolativo (soppresso, con effetto dall'1/1/2008, dalla Finanziaria 2008 che ha istituito il regime "dei minimi") applicabile alle persone fisiche che esercitano un'attività di impresa, artistica o professionale, soggetta agli studi di settore e nel rispetto di determinati limiti di ricavi/compensi realizzati.
  41. AutocertificazioneDichiarazione che può essere prodotta in sostituzione delle normali certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione per attestare la propria situazione giuridica (luogo e data di nascita, residenza, cittadinanza, stato di famiglia, nascita di figli, posizione agli effetti degli obblighi militari, eccetera).
  42. AutoconsumoDestinazione all'utilizzo personale, da parte dell'imprenditore individuale o dell'esercente arti e professioni, dei beni o servizi da lui prodotti.
  43. Autofattura: Documento fiscale che in alcuni casi il cliente deve emettere, sostituendosi in tale adempimento al fornitore.
  44. Autoliquidazione o Autotassazione: Calcolo e versamento dell'imposta dovuta, effettuati direttamente dal contribuente nei casi previsti dalla legge.
  45. Autonomia tributaria: Potestà attribuita alle Regioni e agli enti locali di stabilire e riscuotere tributi propri, in armonia con la Costituzione e secondo i principi di coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario.
  46. Autotutela: È il potere che ha ogni Pubblica Amministrazione di correggere un proprio errore senza necessità di una decisione del giudice. L'agenzia delle Entrate, per quanto di sua competenza, può provvedere ad annullare o revocare un proprio atto illegittimo o infondato, su richiesta del contribuente o d'ufficio.
  47. Avviso bonario: Comunicazione inviata dall'agente della riscossione al contribuente allo scopo di informarlo degli eventuali errori riscontrati in fase di liquidazione delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi presentate negli anni dal 1994 al 1998 e dalle dichiarazioni Iva presentate per gli anni dal 1995 al 1998. La sua funzione è quella di consentire al contribuente la regolarizzazione della propria posizione usufruendo della riduzione delle sanzioni, senza attendere l'invio della cartella di pagamento. Non è un atto impositivo e pertanto non è impugnabile dinanzi alla Commissione tributaria.
  48. Avviso di accertamento: Atto mediante il quale l'ufficio fiscale notifica formalmente un addebito nei confronti del contribuente.
Joomla SEF URLs by Artio
Privacy Policy Cookie Policy
IMPRESA FUTURA SRL
Località Madonna delle Grazie n°6, Guardiagrele CH, P.Iva 02336750696, cap.sociale 10.000 n.i.v. - Referente, Dott. Caramanico Alessandro Commercialista  e Revisore Contabile già titolare di uno studio di consulenza.fiscale

Abbiamo 13451 visitatori e nessun utente online