Fac-simile regolamento interno all'azienda per l'utilizzo di internet

Fac-simile regolamento interno all'azienda per l'utilizzo di internet
Ricerche correlate a Fac-simile regolamento interno all'azienda per l'utilizzo di internet
regolamento aziendale utilizzo strumenti informatici
regolamento utilizzo posta elettronica aziendale
disciplinare utilizzo strumenti informatici
policy utilizzo posta elettronica
regolamento informatico interno
regole aziendali per utilizzo sistemi informatici
regolamento informatico aziendale
regolamento informatico privacy

Il presente Regolamento aziendale entra in vigore il .......... e riguarda tutto il personale dipendente della ..........

1. FINALITÀ
Con il presente regolamento si intende fornire a ciascun dipendente le norme di “buon funzionamento” che l’Azienda ritiene opportuno vengano rispettate al fine di garantire la sicurezza e il miglior funzionamento di ciascuno dei mezzi e degli strumenti messi a disposizione per lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Nel contempo è obiettivo dell’Azienda portare a conoscenza di ciascun dipendente, in modo chiaro e inequivoco, i divieti e le limitazioni che devono essere rigorosamente osservati nell’utilizzo della strumentazione aziendale per garantire la perfetta efficienza della stessa e per non arrecare danni all’Azienda.

2. UTILIZZO DEL PERSONAL COMPUTER AZIENDALE E PORTATILE. DIVIETI
Il personal computer, compresi i relativi programmi, è uno strumento di lavoro affidato esclusivamente per l’esercizio delle funzioni assegnate e pertanto non deve essere utilizzato per uso personale o comunque estraneo all’attività aziendale.
Ogni utilizzo non inerente all’attività lavorativa infatti, può contribuire a causare disservizi, costi di manutenzione e, soprattutto, problemi di sicurezza.
In considerazione di ciò:
non è consentito l’uso e/o l’installazione di programmi non distribuiti ufficialmente dall’Azienda o comunque dall’Azienda non autorizzati, in quanto sussiste il grave pericolo di importare virus informatici e di alterare la stabilità delle applicazioni dell’elaboratore ed in ogni caso di esporre l’Azienda a gravi responsabilità civili e penali in caso di violazione della normativa in tema di diritto d’autore sul software;
non è consentito installare files o applicazioni non inerenti all’attività lavorativa o potenzialmente pericolosi per la sicurezza del sistema: l’Azienda pertanto si riserva la facoltà di procedere in ogni momento alla rimozione dei files o applicazioni presenti sui personal computerche riterrà non essere attinenti l’attività lavorativa ovvero essere pericolosi per la sicurezza del sistema ovvero acquisiti o installati in violazione del presente regolamento;
non è consentito modificare autonomamente le caratteristiche impostate sul proprio personal computer, né procedere all’installazione di mezzi di comunicazione propri (come, ad esempio, skype, modem interni ed esterni, masterizzatore, etc.);
è consentito ai dipendenti portare con sé il personal computer portatile solo ed esclusivamente in caso di trasferte o missioni di lavoro: lo stesso deve essere custodito con diligenza, adottando tutti i provvedimenti che le circostanze rendono necessari per evitare danni o sottrazioni.

3. UTILIZZO DEL PERSONAL COMPUTER AZIENDALE E PORTATILE. NORME DI BUON FUNZIONAMENTO
Al fine di garantire la perfetta efficienza dei sistemi informatici e di limitare i rischi per la sicurezza degli stessi si invitano tutti i dipendenti a rispettare le seguenti regole di buon funzionamento:
il personal computer,anche al fine di evitare l’indebito utilizzo dello stesso da parte di terzi, deve essere spento ogni sera prima di lasciare gli uffici o in caso di assenze prolungate dall’ufficio;
poiché l’accesso alla rete è protetto da password, la stessa deve essere custodita con la massima diligenza dall’assegnatario, il quale non può divulgarla. Si ricorda che gli estremi delle password assegnate o successivamente modificate vanno comunicate e sono custodite dal Responsabile dei sistemi informativi (..........).

Si ricorda che il Responsabile dei sistemi informativi, o in sua mancanza, la Direzione Aziendale, hanno la facoltà al solo fine di garantire l’operatività e la sicurezza del sistema, nonché il costante e corretto svolgimento dell’attività aziendale, di accedere ai dati trattati da ciascuno ed archiviati nel personal computer di lavoro.

4. UTILIZZO DELLA RETE AZIENDALE. DIVIETI E NORME DI BUON FUNZIONAMENTO
Le unità di rete sono aree di condivisione di informazioni strettamente professionali e non possono essere in alcun modo utilizzate per scopi diversi.

Per questo motivo:
nessun file che non sia collegato all’attività lavorativa, può essere dislocato, nemmeno per brevi periodi, sulle unità di rete. L’Azienda si riserva la facoltà di procedere alla rimozione di ogni file o applicazione che riterrà non essere attinenti l’attività lavorativa ovvero essere pericolosi ovvero acquisiti o installati in violazione del presente regolamento sulle unità di rete;
le eventuali password di ingresso alla rete e ai programmi sono segrete e vanno comunicate e gestite solamente in collaborazione con il Responsabile dei sistemi informativi e/o la Direzione;
è assolutamente proibito entrare nella rete dei programmi con altro nome utente, essendo venuti a conoscenza delle password;
al fine di risparmiare spazio sui dischi di rete, si raccomanda di tenere ordinate le varie directory, eliminando files inutili, superati o doppioni. Qualora si rendesse necessario, è possibile, contattando il Responsabile dei sistemi informativi, eseguire copie di back-up di detti files su CD-ROM o altro supporto magnetico.

5. UTILIZZO DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA. DIVIETI
La casella di posta elettronica è uno strumento di lavoro affidato esclusivamente per l’esercizio delle funzioni assegnate e pertanto non deve essere utilizzato per uso personale o comunque estraneo all’attività aziendale.

In considerazione di ciò:
è fatto divieto di utilizzare le caselle di posta elettronica aziendale per l’invio di catene telematiche e comunque di messaggi personali o per la partecipazione a dibattiti, forum o mail-list salvo diversa, preventiva ed esplicita autorizzazione della Direzione Aziendale;
è fatto divieto di fornire a terzi che non siano in rapporto di attività di lavoro, anche per motivi di sicurezza, l’indirizzo e-mail dell’Azienda;
è vietato utilizzare sui personal computer caselle di posta elettronica esterne, se non preventivamente autorizzate dalla Direzione Aziendale.

Si ricorda che il Responsabile dei sistemi informativi e la Direzione Aziendale hanno la facoltà hanno la facoltà al solo fine di garantire l’operatività e la sicurezza del sistema, nonché il costante e corretto svolgimento dell’attività aziendale, di visionare le e-mail in entrata ed in uscita.

6. UTILIZZO DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA. NORME DI BUON FUNZIONAMENTO
Nell’utilizzo della propria casella di posta vanno osservate le seguenti norme:
la casella di posta deve essere mantenuta in ordine, cancellando documenti inutili e soprattutto allegati ingombranti;
vanno evitati messaggi completamente estranei al rapporto di lavoro o alle relazioni tra colleghi;
è possibile utilizzare, la ricevuta di ritorno per avere la conferma dell’avvenuta lettura del messaggio da parte del destinatario, ma si ricorda che per la comunicazione ufficiale è obbligatorio avvalersi di conferma scritta a mezzo fax o lettera;
per la trasmissione di file all’interno della stessa sede è preferibile l’utilizzo delle unità di rete piuttosto che allegare il documento ad un messaggio di posta elettronica;
in caso di e-mail, ricevute o da inviare, con contenuto di rilievo per l’azienda (ad esempio impegni contrattuali o precontrattuali, proposte commerciali, etc.), è necessaria, salvo diverse intese, la preventiva visione e/o autorizzazione da parte della Direzione Aziendale; in ogni caso vanno osservate le procedure in essere in azienda per la corrispondenza cartacea ordinaria.

Si ricorda inoltra che di tutte le e-mail (in/out) inviate attraverso il server viene mantenuto automaticamente una copia nel server stesso. Si suggerisce in ogni caso di archiviare all’interno delle relative pratiche una copia cartacea delle e-mail rilevanti.

7. UTILIZZO DI INTERNET
L’accesso a internet è riconosciuto esclusivamente per l’esercizio delle funzioni assegnate e pertanto non deve essere utilizzato per uso personale o comunque estraneo all’attività aziendale.

In considerazione di ciò è fatto divieto di visitare siti internet non pertinenti rispetto allo svolgimento dell’attività lavorativa o eseguire on-line operazioni non attinenti con l’attività lavorativa e comunque non autorizzate dalla Direzione Aziendale.

In particolare non è, in alcun modo, consentito utilizzare gli strumenti informatici dati in uso dall’Azienda, per ricercare, visualizzare, scaricare, memorizzare, trasmettere, scambiare, documenti informatici di natura illegale e/o pornografica.

8. POTERI DI CONTROLLO DELLA DIREZIONE AZIENDALE
Per motivi tecnici e/o manutentivi (ad esempio aggiornamento/sostituzione/implementazione di programmi, manutenzione hardware, etc.) o per finalità di controllo e programmazione dei costi aziendali (ad esempio verifica costi di connessione ad internet, traffico telefonico, etc.), comunque estranei a qualsiasi finalità di controllo della attività lavorativa, è facoltà della Direzione Aziendale, tramite il Responsabile dei sistemi informativi o gli addetti alla manutenzione, accedere direttamente, nel rispetto della normativa sulla privacy, a tutti gli strumenti informatici aziendali e ai documenti ivi contenuti, nonché ai tabulati del traffico telefonico.

Si ricorda pertanto che in questa sede, i siti visitati, la corrispondenza e-mail ed i destinatari del traffico telefonico potrebbero, anche se non intenzionalmente, essere visionati dal personale di servizio o da addetti a manutenzione del server.

9. OBBLIGO DI RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI. SANZIONI
È fatto obbligo a tutti i dipendenti di osservare le disposizioni portate a conoscenza con il presente regolamento.

Il mancato rispetto o la violazione delle regole sopra ricordate è perseguibile con provvedimenti disciplinari e risarcitori previsti dai c.c.n.l. applicati e dal codice disciplinare, nonché con tutte le azioni civili e penali consentite.

È fatto obbligo a tutti i dipendenti, senza distinzione di ruolo e/o livello, di osservare le norme contenute nel presente regolamento. Copia del regolamento, oltre ad essere affisso nella bacheca aziendale, verrà consegnato a ciascun dipendente.

Con l’entrata in vigore del presente regolamento tutte le disposizioni in precedenza adottate in materia, in qualsiasi forma comunicate, devono intendersi abrogate.

Joomla SEF URLs by Artio
Privacy Policy Cookie Policy
IMPRESA FUTURA SRL
Località Madonna delle Grazie n°6, Guardiagrele CH, P.Iva 02336750696, cap.sociale 10.000 n.i.v. - Referente, Dott. Caramanico Alessandro Commercialista  e Revisore Contabile già titolare di uno studio di consulenza.fiscale

Abbiamo 7529 visitatori e nessun utente online