CERCA NEL PORTALE I BONUS FISCALI

CERCA NEL PORTALE I FAC SIMILE

FAC SIMILE RELAZIONE FINALE DOCENTE SCUOLA SECONDARIA

FAC SIMILE RELAZIONE FINALE DOCENTE SCUOLA SECONDARIA

Ricerche correlate relazione finale docente esempio relazione finale docente esempio 2020 relazione finale dad compilata esempio relazione finale didattica a distanza modello relazione finale scuola media 2020 relazione finale docenti schema relazione finale anno scolastico 2019 20 modello relazione attività svolta scuola

RELAZIONE FINALE DISCIPLINARE

Anno scolastico

Classe

Docente

Materia

 

PRESENTAZIONE DELLA CLASSE

La classe è composta da______ alunni (___femmine e ____maschi).
Sono presenti ____ alunni diversamente abili ,____ alunni DSA e ________ BES di altra tipologia.
Sono presenti / non sono presenti _______ alunni stranieri alfabetizzati / da alfabetizzare.
In data__________è stato inserito l’alunno _________________________________ proveniente da _______________
In data__________ l’alunno ____________________________________ si è trasferito ad altra scuola.
SITUAZIONE DELLA CLASSE

Gli allievi hanno mostrato nei confronti della materia un atteggiamento:
 Molto positivo  positivo  abbastanza positivo  accettabile  talvolta negativo
e una partecipazione:
 produttiva  attiva  generalmente attiva  accettabile  talvolta negativa
La preparazione è:
 soddisfacente  accettabile  globalmente eterogenea  complessivamente accettabile
 non ancora accettabile __________________
Si sono osservate lacune in merito a ______________________________________________
L’autonomia di lavoro è:
 buona  accettabile  nel complesso accettabile  non ancora adeguata

 

RAPPORTO CON L’INSEGNANTE

Il rapporto con l’insegnante è stato:

 costruttivo  abbastanza costruttivo  buono  talvolta difficoltoso a causa di ……….
…………………………………………………………………………………………………………….

 

SVOLGIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE

I contenuti delle unità sono stati tutti effettivamente svolti
Non sono stati svolti i seguenti contenuti:……………………………………………………………….. per i seguenti motivi ……………………………………………………………………………………………………………………………...

OBIETTIVI CONSEGUITI
Gli obiettivi educativi generali sono stati:
 pienamente acquisiti  acquisiti  sufficientemente acquisiti  non ancora acquisiti

Rispetto alla situazione di partenza ed alla sua evoluzione nel corso dell’anno, la classe:
 è complessivamente migliorata  è rimasta stabile  è peggiorata per i seguenti motivi………………………………………………………………………………………… ……………………………………………………………………………………………………………………………………

Gli obiettivi generali della disciplina sono stati perseguiti giungendo a risultati complessivamente:
 molto positivi  positivi  abbastanza positivi

In relazione ai diversi livelli di partenza e alle capacità individuali, gli obiettivi della disciplina sono stati raggiunti in modo:
Completo (9-10) per i seguenti allievi: ……………………………………………………………………..
…………………………………………………………………….;
Buono (7-8) per i seguenti allievi:……………………………………………………………………………….
……………………………………………………………………………..
………………………………………………………………………………;
Essenziale (6) per i seguenti allievi:……………………………………………………………………………………….
.........................................................................................................................
…………………………………………………………………………………………;
Parziale (5 o <5) per i seguenti allievi: ………………………………………………………………………………………….
…………………………………………………………………………………………;.

DIFFICOLTA’ PREVALENTI INCONTRATE DAGLI ALUNNI
 Memorizzazione  comprensione consegne  studio a casa  organizzazione  esecuzione dei compiti  concentrazione in classe ……………………………………

Per gli allievi che hanno mostrato carenze di base di un certo rilievo, sono state operate azioni di stimolo e attuati interventi di recupero personalizzato.
Per i seguenti alunni sono stati proposti obiettivi più limitati:
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

I seguenti alunni non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati:
Cognome e nome
Motivazioni*

  

(*) Legenda:
1. ritmi di apprendimento lenti
1. gravi lacune di base
2. situazione personale di disagio
3. svantaggio socio-culturale
4. scarsa motivazione allo studio e/o impegno
5. difficoltà di relazione con coetanei e/o adulti
6. bassa autostima e scarsa fiducia in se stesso
7. difficoltà di concentrazione e/o memorizzazione e/o organizzazione del lavoro
8.
INTERVENTI DI SOSTEGNO
Ci si è avvalsi della collaborazione
 Dell’insegnante di sostegno statale  dell’assistente educativo comunale per i seguenti alunni:………………………………………………………………
Il lavoro è stato svolto
 prevalentemente in classe  a piccoli gruppi  ………………………………………………….

 

METODOLOGIA E STRUMENTI

Per i presupposti metodologici e gli strumenti utilizzati ci si è attenuti a quanto stabilito nel piano di lavoro annuale.

 

RISORSE UTILIZZATE

- Risorse della scuola: sono stati utilizzati i laboratori e i locali attrezzati disponibili e accessibili.

Risorse esterne: Ci si è avvalsi dell’intervento e dell’apporto di esperti esterni per l’attuazione dei progetti. In particolare ………………………………………………………………………………………………………………….

 

SITUAZIONE DISCIPLINARE

Non è stato necessario ricorrere a provvedimenti disciplinari rilevanti.
Il comportamento è andato progressivamente evolvendosi verso un maggior grado di maturità e responsabilità, tranne per gli alunni ……………………………………………………………………..
Episodicamente e in via del tutto eccezionale si è fatto uso di annotazioni di richiamo personale.
E’ stato necessario convocare alcune famiglie per problemi disciplinari.
Sono stati presi provvedimenti disciplinari del consiglio di classe per i seguenti alunni: …………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

RAPPORTI CON LE FAMIGLIE

I genitori degli allievi sono stati contattati attraverso le consuete modalità dei colloqui individuali e generali; in particolare, la partecipazione della famiglia ai colloqui è stata:
 frequente, di quasi tutti gli alunni  frequente, ma solo di alcuni alunni  generalmente solo ai colloqui pomeridiani  saltuaria  scarsa  solo se sollecitata

 

Problematiche particolari nella comunicazione con le famiglie:
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

 

VERIFICA E VALUTAZIONE

Le verifiche sono state sistematiche e coerenti, collocate al termine di ogni unità di lavoro e adeguate a quanto proposto. Sono state attuate con modalità diverse, così da rilevare i livelli di competenza relativi alle abilità da attivare, sotto forma di:
 prove orali  scritte  pratiche  ………………………………
La valutazione è stata espressa in modo chiaro e univoco, utilizzando i voti previsti dalla scheda, in base agli indicatori stabiliti collegialmente.
La valutazione intesa in senso formativo è stata effettuata in relazione all’acquisizione da parte degli alunni degli obiettivi programmati, tenendo conto dei progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza, anche in relazione all’ambiente socio-culturale di provenienza, dei ritmi di apprendimento, dei progressi fatti, dell’interesse e dell’impegno dimostrati.

ATTIVITA’ INTEGRATIVE
Progetti della disciplina, interdisciplinari o di laboratorio, che hanno coinvolto la disciplina d’insegnamento
Nome del progetto
Osservazioni - Contenuti

 

OSSERVAZIONI
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
.... , --/--/--

L’insegnante__________________________________________

Stampa

Joomla SEF URLs by Artio

PROPRIETA' DEL PORTALE

 studio-alessandro-caramanico.jpg
Caramanico Alessandro Commercialista  e Revisore Contabile, via Madonna delle Grazie, 6, Guardiagrele Ch, Cellulare 347/1444792, impresafuturasrl@gmail.com P.iva 02153160698,